FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La Catalogna cala gli assi di fine estate

La Costa Daurada e le Terres de l’Ebre: vacanze per famiglie all’insegna del divertimento e della buona tavola

C’è una parte della Catalogna (Catalunya) in Spagna che merita di essere scoperta e vissuta tra mare, divertimento e gastronomia. Anche se l’estate è ormai agli sgoccioli sul taccuino di viaggio possono essere annotate due mete splendide: la Costa Daurada e Terres de l’Ebre, ricordando che lo scorso anno la Catalogna registrò il record di presenze di turisti italiani.

La Catalogna cala gli assi di fine estate

La Costa Daurada e le Terres de l’Ebre: vacanze per famiglie all’insegna del divertimento e della buona tavola

leggi tutto

A solo un’ora da Barcellona ecco la Costa Daurada che, oltre ad essere apprezzatissima da chi ama andare in bici, vanta città con caratteristiche uniche: Cambrils è di fatto la capitale gastronomica mentre Calafell è molto apprezzata per le vacanze delle famiglie e quindi con figli al seguito.

I parchi divertimento - Ottantuno chilometri di costa con 60 spiagge di sabbia fine e dorata formano il versante marittimo. La Costa Daurada è una destinazione ideale per la famiglia anche per la presenza del PortAventura World, uno dei parchi divertimento più grandi d’Europa e di cui fanno parte il PortAventura Park e il PortAventura Caribe Aquatic Park. E poi c’è il il Ferrari Land, l’unico parco in Europa dedicato al cavallino rampante.

Turismo sostenibile - Il massiccio della Serra del Montsant, nella regione del Priorat, è invece simbolo di turismo sostenibile. Questo comprensorio è una vera e propria Cattedrale del Vino: comprende la DO Montsant e la DOQ Priorat, con prevalenza delle varietà di Cannonau Rosso e Carignana, con cui sono prodotti alcuni dei vini più pregiati del mondo. Ad essi bisogna aggiungere vini e spumanti delle DO Tarragona, Penedès, Conca de Barberà e Cava. Infine Tarragona, città Patrimonio Unesco, ma anche i monasteri cistercensi e Reus, la città di Gaudí e del Vermouth.

Turismo slow - Dopo la Costa Daurada, la tappa è d’obbligo nelle Terres de l’Ebre, paradiso per gli amanti della natura, adatte per gli amanti del turismo slow. Le famiglie possono godere della bellezza e della vivacità del Parco Naturale del Delta: tante le attività che possibile svolgere, tra cui il bird watching, tour in bici ed escursioni in battello. Territori che presentano una notevole varietà dal punto di vista paesaggistico e gastronomico. All’allevamento di ostriche e di mitili autoctoni nelle tranquille e tiepide acque del Delta dell’Ebro, vanno aggiunti il pesce ed i crostacei forniti dal Mediterraneo e la peculiare cucina tradizionale dell’entroterra.

Il fascino dell’Ebro - È una zona nota per la produzione del riso del Delta, la cui coltivazione è una delle attività agricole più importanti insieme ad agrumi, miele e vino. Dal 2013 la maggior parte del territorio delle Terres de l’Ebre è stato qualificato “Riserva della Biosfera”, un riconoscimento alla qualità di tutto l’ecosistema di cui l’Ebro è la spina dorsale, un fiume vivo e a tratti navigabile che svolge un ruolo di grande rilevanza. Ha ricevuto inoltre il riconoscimento Top 100 Sustainable Destinations, una delle 100 migliori destinazioni turistiche sostenibili del mondo.

Per maggiori informazioni: www.catalunyaexperience.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali