FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Speciale "Studio aperto": amici e colleghi ricordano De André

"Ciao Faber" andrà in onda venerdì 11 in seconda serata su Italia 1

Speciale "Studio aperto": amici e colleghi ricordano De André

Aneddoti e segreti raccontati nello speciale di Studio Aperto "Ciao, Faber" in onda venerdì 11 gennaio, in seconda serata su Italia 1. In occasione del ventennale della scomparsa molti amici e colleghi spiegano come le sue canzoni abbiano segnato le loro vite.

"Per noi Fabrizio De André non è mai morto". Così 20 anni dopo Franz Di Cioccio e Patrick Djiva, rispettivamente batterista e bassista della Premiata Forneria Marconi, band che 40 anni fa diede vita ad un sodalizio musicale con cantautore genovese, ricordano l'uomo e l'artista.

"Ci invitò a casa sua in Sardegna dopo averci visti a teatro: quello fu l'inizio di una lunga storia. Noi viaggiavamo su un pulmino, lui ci raggiungeva in teatro nel tardo pomeriggio e con l’autista perché si svegliava tardi dopo aver letto tutta notte almeno un libro".

Tra i tanti che hanno voluto omaggiare De Andrè anche il comico genovese Fabrizio Casalino che con voce e chitarra ripropone brani storici in chiave ironica perché, racconta “sono nato a Pegli, a due numeri civici di distanza da lui e il primo brano me lo hanno fatto addirittura studiare a scuola”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE