FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Paul McCartney e Ringo Starr di nuovo insieme nel nome di John Lennon

I due Beatles hanno inciso unʼaltra versione di "Grow old with me", scritta dallʼartista pochi mesi prima dell’assassinio

Paul McCartney e Ringo Starr di nuovo insieme nel nome di John Lennon

Paul McCartney e Ringo Starr si sono riuniti nel nome di John Lennon e hanno registrato una cover del cantante ucciso nel dicembre 1980. Si tratta di una nuova versione di "Grow old with me", composta per "Double Fantasy", ultimo album dell’artista prima della tragica scomparsa. Il brano farà parte di "What’s My Name", il nuovo disco che il batterista pubblicherà il 25 ottobre.

"L’ho cantata meglio che ho potuto", ha detto il Ringo Starr in un comunicato. "Ho fatto del mio meglio, l’abbiamo fatto tutti e due. Volevo assolutamente Paul con me, e per fortuna ha detto di sì. Ha suonato il basso e cantato un po’ insieme a me, quindi la cover è anche un po' sua. Non è una mossa pubblicitaria, è quello che volevo fare", ha spiegato.

"Grow Old With Me", una delle ultime canzoni scritte da Lennon prima della morte, è già apparso in "Milk and Honey", l’album postumo del 1984. Ringo ha detto che ha deciso di incidere la cover dopo che il produttore Jack Douglas gli ha consigliato di ascoltare le "Bermuda Tapes", collezione di demo registrata da Lennon nel 1980.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali