FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Alec Baldwin picchia un automobilista per un posteggio: arrestato

Il presidente Trump (imitato dallʼattore) gli manda il suo personale in bocca al lupo

L'attore americano Alec Baldwin è stato fermato a New York. Secondo una prima ricostruzione dei fatti avrebbe picchiato un automobilista nel corso di una lite per un posteggio. La star 60enne, che vive nel centro di Manhattan con la sua seconda moglie e i loro quattro figli, è stata arrestata nel quartiere del Greenwich Village.

"La polizia ha ricevuto una chiamata intorno alle 13:30 per un'aggressione in corso e quando siamo arrivati, abbiamo scoperto che due persone si stavano picchiando per un parcheggio", ha riferito una portavoce della polizia alle agenzie di stampa. Secondo quanto ricostruito, Baldwin avrebbe dato un pugno all'altro conducente. L'attore non è nuovo a sfuriate e problemi con la giustizia.

In questo momento sta godendo di una rinnovata popolarità grazie alla fortunata imitazione di Donald Trump nello show televisivo satirico "Saturday Night Live". E proprio Trump, rispondendo alla Casa Bianca a una domanda dei giornalisti, ha commentato la notizia dell'arresto dicendo: "Gli auguro buona fortuna".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali