FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A Parma il Comune stacca la luce ad Antonello Venditti e lui si infuria: "Ha vinto lʼassessore"

Lo show emiliano del cantautore si è chiuso improvvisamente perché era stata superato lʼorario prefissato

A Parma il Comune stacca la luce ad Antonello Venditti e lui si infuria: "Ha vinto l'assessore"

"Vergognoso. Non mi era mai capitato di chiudere un concerto perché qualcuno ci toglieva la luce". Ad Antonello Venditti l'epilogo dello show di Parma, al Parco della Cittadella, con il Comune che ha tolto la luce perché era passato il limite orario prefissato, non è proprio andato giù. E così alla fine del concerto si è sfogato con un video su Facebook. "Mi scuso con i fan di Parma. Se volete venire a vedere la fine venite a Roma o a Milano".

Se non altro Venditti può consolarsi pensando che non è stato l'unico a vivere un'esperienza di questo tipo. Nel 2012 a Londra vene staccata la spina sull'ultima canzone niente meno che Bruce Springsteen che ad Hyde Park stava duettando nientemeno che con Paul McCartney. Niente da fare: passata la mezzanotte venne abbassata di colpa la tensione elettrica degli impianti.

Più o meno quello che è capitato a Venditti che così non ha potuto completare la scaletta prevista. Alle accuse ha replicato però l'assessore comunale alla Cultura Michele Guerra. "Dal palco, Venditti si è lamentato delle limitazioni di orario e ha chiesto ad una 'assessora' la possibilità di poter cantare oltre quei limiti. Tutti saremmo rimasti ad ascoltarlo fino a notte inoltrata, ma quando si organizzano questi eventi ci sono persone esperte e preposte al loro funzionamento che si riuniscono in commissione per decidere cosa è possibile fare e non fare e che limiti e regole bisogna rispettare".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE