FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Libri, concerti e corsi: ecco come hanno speso il Bonus Cultura i nati nel 2000

Pubblicati i principali dati sulle registrazioni dei diciottenni del 2018 alla piattaforma 18app

Libri, concerti e corsi: ecco come hanno speso il Bonus Cultura i nati nel 2000

A partire da gennaio i nati nel 2000 hanno potuto iniziare, previa registrazione, a usufruire del loro Bonus Cultura dal valore di 500 euro. E con l’arrivo dell’estate, ecco che si iniziano a tirare le somme di questi primi mesi in cui i diciottenni del 2018 hanno potuto fare qualche acquisto in più in ambito culturale grazie a 18app. Sulla pagina Facebook della piattaforma, è stata pubblicata un’infografica che riassume i principali dati su come il Bonus sia stato impiegato dai ragazzi nel primo semestre del 2019. Li riassume Skuola.net.

Gli acquisti dei 2000 con il Bonus Cultura: soprattutto libri e musica
Tra il 7 gennaio 2019 e il 30 giugno 2019, sono stati 430 mila gli utenti registrati a 18app tra i ragazzi nati nel 2000. Che complessivamente hanno speso circa 90.3 milioni di euro. Gli articoli più gettonati dalla GenZ sono senza dubbio i libri, con più della metà dell’intera cifra (più di 54 milioni di euro) investita in testi scolastici, libri di genere vario e fumetti. Seguono, ben distanziati, i concerti (con 14 milioni di euro), ma questi tradizionalmente hanno un picco nel periodo estivo. Al terzo posto troviamo ancora la musica: 10 milioni di euro è stata la spesa per dischi, cd ma soprattutto per acquisti online di album e playlist, in formato digitale, dei cantanti preferiti dai ragazzi. Chiude la top 4 il cinema: solo 7 milioni di euro investiti dai 18enni grazie al Bonus Cultura.

Bonus speso anche in corsi, teatro e musei
Menzione speciale per altre interessanti attività scelte dai ragazzi, come i corsi di formazione in lingue, musica, per ripetizioni scolastiche e universitarie o per semplice arricchimento personale, che tutti assieme hanno raccolto attorno ai 2 milioni di euro. Non pochi, poi, hanno scelto di godersi teatro e danza sfruttando il Bonus (l’ammontare totale è di circa 500 mila euro). Seguono – con 400mila euro di spesa - gli eventi culturali, come festival e rassegne. Infine, forse un po’ troppo giù nella classifica, troviamo le visite ai musei e alle mostre temporanee, che chiudono l’elenco con un bilancio pari a 247 mila euro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali