FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Salute, allerta Aifa: "Sui social diffuse false liste di farmaci con ranitidina"

Lʼallarme dellʼAgenzia del farmaco dopo il ritiro di alcuni lotti di medicinali per disturbi gastrointestinali: gli esperti raccomandano di consultare solo le informazioni pubblicate sul loro sito

Salute, allerta Aifa: "Sui social diffuse false liste di farmaci con ranitidina"

"Sui social network si stanno diffondendo liste di farmaci che nulla hanno a che vedere con quelle oggetto dei provvedimenti restrittivi che riguardano esclusivamente farmaci contenenti ranitidina". A lanciare l'allarme è l'Aifa, l'Agenzia del farmaco, dopo il blocco e al ritiro di alcuni lotti di medicinali per disturbi gastrointestinali. Gli esperti dell'ente raccomandano di "consultare esclusivamente le informazioni pubblicate" sul loro sito.

I siti da consultare - In una nota, Aifa, inoltre, "raccomanda di consultare esclusivamente le informazioni pubblicate sul portale dell'Agenzia (www.aifa.gov.it). Gli elenchi dei lotti dei farmaci contenenti ranitidina interessati dal ritiro e di quelli interessati dal divieto di utilizzo sono disponibili alla pagina https://www.aifa.gov.it/revisione-ranitidina". "Ogni altro elenco difforme da quelli su indicati non è da considerarsi attendibile", conclude l'Agenzia italiana del farmaco.

Precisazioni sul Buscopan - Aifa ha inoltre specificato che "non il Buscopan, bensì il Buscopan antiacido, è tra i farmaci raggiunti da divieto di utilizzo e vendita per la possibile presenza di una sostanza denominata N-nitrosodimetilammina (Ndma). Il Buscopan è, infatti, un antidolorifico e antispastico che non contiene ranitidina, il principio attivo interessato dagli accertamenti in corso in Italia e in Europa. 

Blocco a scopo precauzionale - Il blocco, che riguarda 515 lotti di prodotti per ulcera e reflusso gastrico, ricorda Aifa, è a scopo precauzionale e si tratta di una misura presa in attesa dei risultati di ulteriori accertamenti. Risultano invece ritirati 195 lotti in cui è stata confermata la presenza della sostanza N-nitrosodimetilammina (Ndma), considerata potenzialmente cancerogena.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali