FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino, si dimette il capo di gabinetto del sindaco Appendino

Paolo Giordana ha preso la decisione di lasciare dopo la pubblicazione dellʼintercettazione telefonica in cui chiedeva al presidente di Gtt di togliere una multa a un amico

Paolo Giordana, capo di gabinetto del sindaco di Torino Chiara Appendino, si è dimesso dopo la pubblicazione dell'intercettazione telefonica in cui chiedeva al presidente di Gtt, Walter Ceresa, di togliere una multa a un amico. "Sono convinto della correttezza del mio operato e lo dimostrerò nelle sedi opportune - ha spiegato Giordana -. Mi preme, più che ogni altra cosa, tutelare la città di Torino e l'amministrazione".

In mattinata, Giordana era stato ascoltato per oltre tre ore dai magistrati della Procura di Torino nell'ambito di un'altra inchiesta, relativa al bilancio del comune di Torino, per cui è indagato insieme al sindaco Appendino e all'assessore Sergio Rolando per concorso in falso in atto pubblico. L'inchiesta riguarda il mancato inserimento nel bilancio di un debito del comune verso la societò Ream. Giordana ha spiegato che l'iniziativa è stata regolare, in base a una norma entrata in vigore nel 2015, perché con Ream c'era ancora un "tavolo aperto", come dimostrano gli incontri avuti con la società fra il settembre e il novembre del 2016. Ai pm è stata consegnata anche della documentazione.

Appendino: "Accetto le dimissioni, sono dispiaciuta" - "Accetto le dimissioni di Paolo Giordana, sono umanamente dispiaciuta per la persona, lo ringrazio di aver messo al primo posto l'interesse della cità". E' la reazione del sindaco Appendino, alla decisione comunicata dal capo di gabinetto al termine dell'interrogatorio dai pm.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali