FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terremoto Catania, Bertolaso a Di Maio: "Si tolga la maglia della Protezione civile"

Lʼex numero uno del Dipartimento ha scritto una lettera aperta al vicepremier: "Si è precipitato in Sicilia per motivi propagandistici"

"Da inventore del logo della Protezione civile, chiedo al signor Luigi Di Maio di togliersi subito quella maglia, per favore". Lo ha scritto l'ex capo del Dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso, in una lettera aperta al vicepremier in seguito al terremoto che ha colpito l'area etnea. "Evidentemente Di Maio si è precipitato a Catania per motivi propagandistici, non mi risulta che sia stato delegato a rappresentare la Protezione civile".

Nella missiva pubblicata dal Corriere della Sera, Bertolaso si è rivolto con toni non proprio "soft" nei confronti del ministro del Lavoro: "Capisco che deve cercare di scimmiottare il suo collega che con la maglia della polizia si fa fotografare con avanzi di galera, ma quello almeno è coerente e ha inoltre la delega per quel settore. Lei, con i suoi colleghi e opinionisti, signor Di Maio, non ha mai esitato nel gettare fango su quell'istituzione della quale oggi si ammanta, ci ha insultati a L’Aquila, dove solo oggi si rende giustizia al nostro operato anche, ahimè, facendo paragoni dolorosi con le recenti tragedie".

"Se vuole indossarlo, quello stemma, caro Ministro, cominci con il rendere omaggio alle tre medaglie d'oro al merito civile che quella maglia si è guadagnata nei primi anni di questo millennio e chieda scusa per quell'abominevole tassa sul terzo settore dal quale provengono quegli splendidi volontari che non hanno mai avuto vergogna ad indossarla, quella maglia", si legge ancora nella lettera.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali