FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Renzi: "I senatori Pd voteranno contro il governo Conte"

Quanto a una possibile alleanza tra Partito democratico e M5s, lʼex premier ha spiegato di ritenere importante solo che lʼItalia abbia un governo: "Dei giochi di partito non mi occupo"

"Votiamo contro il governo Conte-Salvini-Di Maio. Ha messo in ginocchio l'Italia e noi votiamo perché il governo vada a casa". Così Matteo Renzi, intervistato da "Studio aperto" sull'eventuale voto di sfiducia al premier Giuseppe Conte che martedì riferirà al Senato. Alla richiesta di precisazione sul "noi", Renzi ha risposto sorridendo: "Noi, cioè i senatori del Pd. Le domande sul Pd le faccia al segretario del Pd, sennò partono le polemiche".

Renzi: "Alleanza M5s-Pd? L'importante è che l'Italia abbia un governo" - Quanto ai possibili futuri scenari con un'eventuale alleanza tra M5s e Pd, l'ex premier ha spiegato di essere interessato solo al fatto che ci possa essere "un governo, che non si vada a votare per evitare l'aumento dell'Iva e per mettere in sicurezza gli italiani. Dei giochi dei partiti, compreso il mio, compreso il M5s e compresa la Lega non mi occupo fortunatamente. Fortunatamente non me ne occupo più".

Renzi: "Pronto a sfidare Salvini alle urne" - Renzi ha infine lanciato un guanto di sfida a Salvini, dicendosi disponibile a sfidare alle urne il leader leghista. "Se si candidasse a Firenze, o Milano scelga lui, contro di me, sarebbe il benvenuto", ha detto il senatore del Pd. "In attesa di fare un confronto elettorale, magari (potrebbe accettare di fare un confronto in tv. Io sono pronto a fare intanto un confronto tv con Salvini e poi un confronto elettorale. Firenze l'aspetta", ha quindi concluso.

Zingaretti: "Governo forte o meglio il voto" - Intanto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, guarda già al post-Conte. "Attendiamo le dichiarazioni di Conte e l'apertura della crisi. A quel punto alla Direzione del 21 riaffermeremo una posizione chiara: o nel corso delle consultazioni si verificano le condizioni per un governo forte e di rinnovamento anche nei contenuti o è meglio il voto", ha spiegato infatti il leader dem.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali