FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Beatrice Borromeo, versione nature e arrabbiata a Milano

La bionda e bella moglie di Pierre Casiraghi fa shopping senza trucco e senza sorriso BEATRICE BORROMEO, DEBUTTO UFFICIALE DA PRINCIPESSA

Beatrice Borromeo, versione nature e arrabbiata a Milano

Struccata, scapigliata e molto seria. Beatrice Borromeo appare piuttosto accigliata negli scatti che la immortalano per le vie di Milano durante uno shopping con la madre Paola Marzotto. Per nulla di buon umore la giornalista moglie di Pierre Casiraghi resta comunque molto bella, anche se poco sorridente. Reduce da un incidente, pare automobilistico, di cui non sono stati però diffusi dettagli, la principessa è stata ricoverata a Milano alla clinica privata La Madonnina.

Abbigliamento casual in scarpe da ginnastica la biondissima signora Casiraghi ha di recente fatto il suo debutto da principessa e la sua prima apparizione ufficiale sul balcone di Palazzo Grimaldi, in occasione del National Day del Principato di Monaco, celebrato il 19 novembre. Al fianco del marito Pierre Casiraghi, da vera Grimaldi, la Borromeo ha salutato i monegaschi come fa una principessa, condividendo la folla con la suocera Carolina e gran parte della famiglia reale, compresa la moglie di Alberto, Charlene, che ha lasciato la sua villa in Corsica per tornare a corte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali