FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siria, Usa: "Russia potrebbe aver inquinato prove attacco a Douma"

Londra: "Cercano di occultare le prove del loro coinvolgimento"

"I russi potrebbero aver già visitato il luogo del presunto attacco chimico a Douma, in Siria. Siamo preoccupati che possano averlo alterato, nell'intento di ostacolare i compiti della missione di verifica dei fatti dell'Opac per condurre un'efficace indagine". Lo ha dichiarato l'ambasciatore statunitense Ken Ward nel corso di un incontro a L'Aja.

May: Siria e Russia cercano di nascondere prove a Douma - Theresa May accusa la Siria, "sostenuta dai russi", di cercare di "nascondere" le prove dell'attacco chimico a Douma, in un rapporto alla Camera dei Comuni volto a giustificare i raid. Attacco rispetto al quale la premier britannica ha insistito di considerare "altamente probabile" la responsabilità del regime siriano sulla base di "una significativa mole di informazioni, provenienti da fonti aperte e d'intelligence". May ha inoltre accusato la Russia di aver bloccato la via diplomatica con i suoi veti all'Onu.

Opac lamenta ostacoli da parte di Mosca - Russia e Siria ritengono che a Douma non ci siano le "condizioni di sicurezza" per l'ingresso degli ispettori dell'Opac. Lo rivela il capo dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche confermando che gli ispettori non hanno ancora potuto iniziare il lavoro. Il direttore generale dell'Opac, Ahmet Uzumcu, ha spiegato che gli ispettori sono arrivati in Siria da due giorni "ma non sono ancora entrati a Douma". La ragione? Funzionari di Mosca e Damasco, ha spiegato Uzumcu, hanno detto al team dell'Organizzazione che "ci sono ancora delle questioni di sicurezza in sospeso" prima che gli ispettori possano lavorare sul campo. Le autorità siriane hanno anche presentato alla squadra dell'Opac una lista di 22 testimoni da ascoltare nell'ambito dell'indagine sul presunto attacco con armi chimiche nel quale sono morte oltre 40 persone.

Il documento ufficiale dell'Opac

Onu: ispettori hanno tutte le autorizzazioni - "Le Nazioni Unite hanno dato agli ispettori dell'Opac tutte le necessarie autorizzaioni": lo ha detto il portavoce del Palazzo di Vetro, Stephane Dujarric, in risposta alla versione di Mosca secondo cui gli operatori non sono ancora entrati a Douma perché manca il via libera alla loro missione da parte del dipartimento della sicurezza del segretariato dell'Onu. "Stiamo supportando il team di ispettori il massimo possibile", ha aggiunto il portavoce.

Mosca: "Ispettori Opac saranno a Douma mercoledì" - Alla fine gli ispettori dell'Opac raggiungeranno Duma mercoledì. Lo ha annunciato il ministero della Difesa russo, secondo quanto riferisce l'agenzia Tass.

Armi chimiche, che cosa fanno gli ispettori dellʼOpac

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali