FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Referendum Usa: dalla fine della schiavitù ai diritti delle galline

Spuntano anche la tassa sulla Silicon Valley per aiutare i senzatetto e la legalizzazione della marijuana in Michigan

Referendum Usa: dalla fine della schiavitù ai diritti delle galline

Il Colorado ha ufficialmente abolito la schiavitù. La California ha sancito il diritto per le galline di razzolare in pace. Il Missouri e il Michigan hanno legalizzato la marijuana. Il 6 novembre, giorno delle elezioni di metà mandato, i cittadini degli Stati Uniti sono andati alle urne anche per decidere su alcuni referendum inerenti temi sociali.

Fine della schiavitùIl risultato più importante arriva dal Colorado, dove gli elettori hanno approvato una revisione costituzionale che prevede l’abolizione dello sfruttamento forzato in carcere senza salario. La schiavitù era già illegale, ma non se usata come punizione. Inoltre, una votazione in Florida sancisce che un pregiudicato che sconta la sua pena riacquisisce il diritto di voto. E' una misura che può ampliare questo diritto a 1,4 milioni di persone.

"Più diritti alle galline"Svolta anche per i pennuti californiani: è stata approvata la Proposition 12, che elimina completamente le gabbie per la produzione entro il 2022, concedendo alle galline il diritto di razzolare. Gli agricoltori della California sono obbligati ad ampliare lo spazio per le galline da uova, pena il divieto di vendere i prodotti. Le stesse regole valgono anche per altri animali da allevamento, dai suini ai vitelli.

Cannabis legaleIl Michigan è il decimo Stato americano a legalizzare la marijuana a scopo ricreativo. Il referendum è passato con il 58% dei sì. Anche il Missouri ha legalizzato la sostanza, ma solo per uso medico.

Senzatetto taxInfine, San Francisco impone una tassa sulla Silicon Valley. La Proposition C, approvata dagli elettori, prevede che le grandi aziende paghino un’imposta dello 0,5% per combattere l’emergenza senzatetto. Coinvolge società che hanno ricavi superiori ai 50 milioni di dollari l’anno. Secondo le stime, con la misura saranno raccolti 300 milioni di dollari l’anno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali