FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

New York, trovato morto lo chef di Cipriani Dolci | La procura di Lodi apre unʼinchiesta

Andrea Zamperoni era scomparso da sabato; il corpo senza vita è stato rinvenuto in un ostello del Queens. Indagini in corso. E la madre formalizza la denuncia

Andrea Zamperoni, lo chef italiano di Cipriani Dolci scomparso da sabato a New York, è stato trovato morto. Lo riporta Nbc citando un comunicato di Cipriani. Il corpo senza vita dell'uomo, di cui non si avevano più notizie da sabato, è stato trovato in un ostello del Queens.

I particolari - Sul New York DailyNews si danno altri particolari: il cadavere era avvolto in una coperta. A dare l'allarme una telefonata anonima; all'arrivo degli agenti dalla stanza è fuggita una donna nuda. Il fratello gemello dello chef è in volo da Londra per il riconoscimento.

L'inchiesta della procura di Lodi - Il procuratore di Lodi, Domenico Chiaro, ha annunciato che aprirà un'inchiesta conoscitiva sul decesso di Andrea Zamperoni. "Si tratta di un atto dovuto. Attendiamo poi anche di capire quale è stato l'esatto motivo della morte", ha spiegato. Il corpo senza vita dello chef, di cui non si avevano più notizie da sabato, è stato trovato in un ostello del Queens.

La madre formalizza la denuncia - Intanto, la madre di Andrea, Oriella Ave Dosi, ha formalizzato la denuncia, che verrà trasmessa alla procura a Lodi per l'inchiesta aperta dai magistrati, sulla morte del figlio.

Il comunicato della famiglia CiprianiPer prima Nbc, via Twitter, ha dato la notizia della morte dello chef, citando un comunicato della famiglia Cipriani. In esso si legge: "Abbiamo purtroppo appreso che Andrea Zamperoni, membro rispettato e amato del team Cipriani per molti anni, è stato trovato deceduto".

Anche Abc, poco dopo, twittava del ritrovamento di un cadavere in un ostello del Queens, collegando la vicenda alla scomparsa di Zamperoni, del quale si erano perse le tracce da sabato.

La telefonata anonima e una donna nuda in strada: "E' laggiù"L'edizione newyorkese del Daily News ha fornito particolari sul ritrovamento del corpo senza vita di Zamperoni. Sull'edizione online viene riferito che il cadavere era a terra, in una stanza d'albergo, il Kamway Lodge nel Queens, avvolto in una coperta. A dare l'allarme sarebbe stato un anonimo con una telefonata alla polizia. Al piano probabilmente era scoppiata una rissa.

All'arrivo degli agenti una donna sarebbe fuggita nuda dalla stanza. Una volta in strada, si è messa a gridare: "E' laggiù". Una telecamera di sorveglianza puntata sull'ingresso dell'ostello avrebbe ripreso la scena. La giovane, poi, sarebbe stata fermata dalla polizia. Secondo fonti vicine al quotidiano, quell'ostello, a tre isolati da dove viveva il 33enne, sarebbe noto per giri di droga e prostituzione che lo vedrebbe coinvolto.

Il fratello gemello di Andrea, anche lui chef da Cipriani Dolci, ma nella sede di Londra, sarebbe in volo dalla Gran Bretagna alla volta di New York per procedere al riconoscimento del famigliare. Anche i genitori dall'Italia stanno raggiungendo gli Stati Uniti.

Lodigiano in luttoAndrea Zamperoni era originario di Casalpusterlengo, in provincia di Lodi. Alla notizia della sua morte, il sindaco Elia Delmiglio ha postato su Facebook il dolore del paese. "Non ci sono parole - ha scritto. - In silenzio, in preghiera ci stringiamo attorno alla famiglia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali