FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

I genitori buttano la sua collezione di porno, 40enne chiede 87mila dollari di danni

"Ti abbiamo fatto un favore", la risposta di mamma e papà alla richiesta di spiegazioni per la mancata consegna di 12 scatoloni di film hard durante il trasloco

I genitori buttano la sua collezione di porno, 40enne chiede 87mila dollari di danni

Dodici scatoloni di film porno del valore di 29mila dollari finiti in discarica invece che nella nuova casa di Muncie, in Indiana. "Ti abbiamo fatto un favore", la risposta dei genitori di un 40enne che chiedeva spiegazioni sulla mancata consegna dei pacchi nel trasloco dal Michigan alla nuova residenza. Così l'uomo ha deciso di far causa a mamma e papà e chiedere loro 87mila dollari di risarcimento danni per la perdita della collezione a luci rosse.

L'uomo era tornato a casa dei genitori, in Michigan, nel 2016, dopo il divorzio. Dieci mesi avviene il trasferimento a Muncie, in Indiana. L'intento del 40enne è quello di non separarsi dalla sua collezione di video hard che ripone in 12 scatole, mai arrivate a destinazione.

Per volontà dei suoi genitori gli scatoloni avevano, infatti, preso la via della discarica. Ora spetterà a un giudice esprimersi sulla vicenda.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali