FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Francia, sospetto confessa: ritrovato il corpo della bimba scomparsa ad agosto

Durante i sei mesi di indagini, le prove contro Lelandais si sono andate accumulando, comprese alcune tracce di dna della bambina rilevate sempre sullʼauto

Francia, sospetto confessa: ritrovato il corpo della bimba scomparsa ad agosto

La Procura di Grenoble, in Francia, ha annunciato di aver ritrovato il corpo di Maelys, la bambina di 9 anni scomparsa alla fine di agosto durante la celebrazione di un matrimonio nel Sud del Paese. Il procuratore Jean-Yves Coquillat ha spiegato che a far ritrovare il corpo è stato il principale sospetto, Nordahl Lelandais, che ha confessato di aver ucciso la bambina "involontariamente" e di essersi poi "sbarazzato del cadavere".

Durante i sei mesi di indagini, le prove contro Lelandais si sono andate accumulando, comprese alcune tracce di dna della bambina rilevate sempre sull'auto e le immagini di una telecamera di sorveglianza che inquadra il veicolo a bordo del quale è possibile intravedere "una figura con indosso un abito bianco" che secondo i genitori aveva numerose somiglianze con quello indossato da Maelys.

Lelandais è stato inoltre incriminato nel dicembre scorso per l'omicidio di un militare, e la polizia ha iniziato a rivedere i casi delle persone scomparse nella regione nel timore che l'uomo possa rivelarsi un serial killer.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali