FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Dynasty Warriors 9 - La recensione

Un magico tuffo nellʼantica Cina, mai così ricca di cose da fare e di battaglie da combattere

Dynasty Warriors 9, sviluppato da Omega Force, ha una lunga storia, che vede l’ultimo nato in casa Koei Tecmo trasformarsi da classico gioco d’azione a vero e proprio “sandbox”, presentandosi come un Grand Theft Auto in salsa orientale. In sella al nostro fido destriero, possiamo attraversare le sconfinate lande della Cina Imperiale oppresse dalla guerra, cercando di condurre alla vittoria la nostra fazione. Ma state in guardia: non sarà certo un’impresa facile.

Dynasty Warriors, una serie assai apprezzata e seguita soprattutto in Giappone, arriva al nono episodio cercando di cambiare volto e mutando da semplice gioco d’azione a vero e proprio open world. Legata da sempre a una struttura simile ai classici action nipponici in 3D (chiamati “musou”), la saga prova a seguire le orme degli apprezzatissimi GTA e Assassin’s Creed, immergendoci in uno sterminato territorio ricco di cose da fare e luoghi da esplorare. Basato sul “Romanzo dei Tre Regni”, un classico della letteratura cinese, Dynasty Warriors 9 ci porta in un’enorme regione, dove condurre alla vittoria uno dei novanta protagonisti a disposizione.

Divisi in quattro fazioni, questi Generali sono in grado di spazzare via interi eserciti completamente da soli, ma stavolta non basteranno semplici battaglie all’interno di zone circoscritte per procedere. Il fine ultimo di Dynasty Warriors 9, infatti, è di estendere il nostro territorio, e conquistare pian piano tutti e tre i regni. In questo senso, il gioco è molto ambizioso: le terre dell’antica Cina sono decisamente vaste e ricche di ostacoli naturali.

La giocabilità, che si arricchisce di numerosi elementi esplorativi, ha come base i classici combattimenti visti nella serie, opportunamente ampliati e diversificati in modo da offrire un’azione più varia appagante. Nei campi di battaglia, raggiunti i punti chiave dove lottare, siamo sempre “uno contro tutti” e i nostri alleati fungono da semplice contorno decorativo. Riportandoci alla mente alcuni classici della cinematografia orientale, come La Foresta dei Pugnali Volanti, gli eroi di Dynasty Warriors 9 volteggiano tra centinaia di nemici e infliggono diversi attacchi a seconda del tasto utilizzato. Gli avversari si possono stordire, gettare in aria, schiacciare, come fossero semplici birilli.

Gli eroi di Dynasty Warriors 9

Alcuni dei personaggi che potremo controllare nel nuovo capitolo della saga.

leggi tutto

Nei giochi precedenti, la conquista delle basi nemiche era confinata in livelli piuttosto piccoli e lineari. Al contrario, Dynasty Warriors 9 offre un’intera regione da conquistare gradualmente. Ciascun trionfo in battaglia offre diversi vantaggi, assicurandoci nuove cittadine da usare come centri tattici e punti di rifornimento. Nonostante le ottime intenzioni degli sviluppatori, talvolta si può percepire un senso di dispersione a causa delle numerose attività disponibili: superare questo ostacolo significa godersi appieno la rinnovata struttura di gioco, fatta di scontri vigorosi, battute di caccia e pesca, e ricerca di materiali per la costruzione di armi, oggetti e accessori. Il fascino di potersi dedicare a uno spropositato numero di missioni secondarie, tra cui anche la cura della nostra casa, è davvero impagabile.

Le nuove opportunità strategiche, come le possibili infiltrazioni nelle basi nemiche, si rivelano poco incisive e mai tanto efficaci come un poderoso scontro diretto. Tecnicamente, anche se con qualche difficoltà a gestire la mole di elementi su schermo, il gioco offre un’estetica attenta e ricercata, che disegna meravigliosi scenari orientali immersi nella natura. Dynasty Warriors 9, nel complesso, si rivela un open world forse un po’ acerbo, ma certamente degno di nota. Gli scontri con i nemici appaiono un tantino diluiti all’interno di uno scenario fin troppo vasto. Tuttavia, l’esito di questo nuovo percorso intrapreso da Omega Force è un audace passo in avanti per la naturale evoluzione della saga.



Come lo abbiamo giocato

Abbiamo giocato Dynasty Warriors 9 grazie a un codice review ricevuto direttamente dal distributore. Abbiamo effettuato la prova su una PlayStation 4 Pro, con televisore Samsung LE32B460B2W/XXC, utilizzando diversi personaggi delle quattro fazioni disponibili, superando le quaranta ore di gioco. Dato il numero di protagonisti, potrebbe occorrere almeno il doppio per terminare tutti i capitoli delle quattro fazioni.


Può piacere a chi…
… ama gli open world con tante attività
… apprezza le atmosfere dell’antica Cina
… desidera un gioco enorme, tutto da esplorare

Potrebbe deludere chi…
… non gradisce una gran mole di azioni da compiere
… ama i giochi guidati e lineari
… non apprezza le atmosfere tipicamente orientali

Dynasty Warriors 9 è consigliato a un pubblico di età superiore ai 16 anni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali