FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Abiti da favola, dive e mondi meravigliosi: la moda che fa sognare

Sui red carpet spazio anche a un’eleganza un po’ retrò, dai tagli e dai tessuti di altri tempi

Se è vero che i sogni aiutano a vivere meglio, anche la moda contribuisce a dare spazio alle fantasie e a renderle reali. Tant’è vero che nelle favole le principesse indossano sempre abiti meravigliosi. Un ambito dove visioni e realtà si incontrano è anche quello del cinema, dove infatti gli ultimi red carpet e serate di gala hanno visto le star vestire abiti scenografici e che richiamano a mondi fiabeschi e atmosfere oniriche

Abiti da favola, dive e mondi meravigliosi: la moda che fa sognare

UN ALTRO MONDO È POSSIBILE - In generale, si assiste al richiamo a un’eleganza un po’ retrò, dai tagli e dai tessuti di altri tempi. Basti vedere, ad esempio, gli abiti indossati da Saoirse Ronan e Margot Robbie per la prima di Maria Regina di Scozia, film da poco nelle sale italiane, che le vede protagoniste. C’è poi il rimando dalle passerelle a modelli e personaggi fantastici, che sembrano usciti direttamente dai libri di favole (un po’ Pinocchio, un po’ Alice nel Paese delle meraviglie) o dalle saghe moderne, come il vestito scelto poi da Amber Heard per la première di Aquaman. Menzione speciale, anche per ispirazioni floreali e bucoliche, piume e regali broccati dorati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali