FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pulizie di casa: cinque cose che devi assolutamente sapere

Tenere pulita la casa non è facile, tra lavoro, famiglia e i tanti impegni: ecco qualche dritta per fare in fretta e bene

​Inutile nasconderlo: tenere pulito e in ordine è faticoso, niente affatto gratificante e inoltre ci sottrae tempo prezioso da dedicare alla famiglia, agli amici e - ultimo, ma non meno importante! - a noi stessi. Ecco allora qualche piccola e semplice regola per pulizie di casa al top ripassando qualche trucchetto della nonna: avremo un'organizzazione impeccabile e qualche ora in più di meritata libertà.

Pulizie di casa: cinque cose che devi assolutamente sapere

Con la primavera torna ogni anno la voglia di rimettere ordine e rinfrescare ben bene la casa. Attenzione, però: con piccoli espedienti possiamo alleviare la fatica e risparmiare tempo.

Regola numero uno: ordine! la prima cosa da fare all'inizio di una sessione di pulizie è fare ordine organizzando lo spazio. D'altronde, se è vero che ogni cosa ha il suo posto, per risparmiare tempo e fatica l'ordine è davvero fondamentale. Tutto ciò che si usa, anche gli accessori per la pulizia, vanno adeguatamente riposti dopo l'utilizzo. Basta dunque con i calzini sparsi ovunque, alle scarpe davanti al divano, a carte e oggetti inutili (ma chissà poi da dove sbucano!) buttati sul tavolo da cucina, ad asciugacapelli e spazzole lasciati sul lavello: pulire sarà decisamente più rapido.

Regola numero due: stanza per stanza. Per procedere in maniera sistematica e senza ulteriori perdite di tempo camminando su e giù per la casa, occorre pulire un ambiente per volta. Se vogliamo evitare sforzi titanici, mettiamo sempre in ordine la cucina, pulendo tavolo e lavello senza lasciare piatti e stoviglie sporche in giro. Nel bagno teniamo al loro posto spazzole, spazzolini e make up, ripiegando bene gli asciugamani e mettendo gli accappatoi al loro posto. In camera da letto vietatissimo lasciare il letto sfatto fino a sera: oltre che far impolverare le lenzuola, restituisce un'aria davvero molto trascurata e di cattiva organizzazione domestica.

Regola numero tre: regolarità. Non è importante quale sia la frequenza che scegliamo, una o due volte alla settimana, il solo weekend o poco ogni giorno: quello che conta è mantenere il ritmo giusto. La regolarità è importante perché ci aiuta a tenere sotto controllo la situazione e a organizzarci per tempo. A ciascuno il suo.

Regola numero quattro: da su in giù. Di qualunque stanza si parli, la cosa fondamentale da non dimenticare è che le pulizie hanno il loro verso giusto, ovvero dall'alto verso il basso. Meglio fare prima la polvere, che poi andrà a ricadere sul pavimento, e poi dedicarsi al lavaggio delle superfici calpestabili. Ricordarsi che il tappeto va sempre scrollato prima di fare la polvere è un'altra accortezza da tenere sempre presente.

Regola numero cinque: occhio al panno. Quando si spolvera, che si tratti della libreria, di una mensola o delle lampade, mai dimenticare che prima è bene rimuovere lo sporco con un panno asciutto e poi passarne uno umido. Infatti, nel caso in cui le superfici da pulire siano particolarmente impolverate, se non procediamo prima col panno asciutto rischiamo di "trascinare" lo sporco dappertutto, con la indesiderata conseguenza di sporcare il muro o le superfici contigue: questione di priorità...

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali