FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ginnastica posturale: che cosʼè e a chi serve

Non è un fitness, ma ci aiuta a migliorare il nostro equilibrio muscolare, attenuando alcuni disturbi

Ginnastica posturale: che cos'è e a chi serve

Oggi se ne parla moltissimo, ma spesso non sappiamo esattamente di che cosa si tratti: sappiamo genericamente che la ginnastica posturale serve a combattere il mal di schiena o i dolori all’area cervicale, ma tendiamo a confonderla con altre discipline che si propongono finalità del tutto diverse, come il Pilates o la ginnastica dolce. Per scoprire tutti i suoi benefici e in che cosa ci può davvero essere utile, occorre innanzi tutto saperne di più.

CHE COS’E’ E A CHE COSA SERVE - Il suo scopo, come dice il suo nome stesso, è quello di migliorare la postura, ovvero la posizione che il corpo umano assume nello spazio e la relazione che i vari segmenti corporei hanno tra di loro. Il suo obiettivo, quindi, è stimolare la nostra consapevolezza corporea e la tonicità muscolare che ci aiutano a conservare il corretto allineamento e combattere le asimmetrie che alla lunga possono provocare tensioni, dolore e, al limite, un cattivo funzionamento di alcuni organi interni. La ginnastica posturale è dunque l’insieme degli esercizi che ci aiutano a prevenire o a curare le posizioni del corpo non naturali e sbagliate.

PERCHE’ SI ASSUMONO POSIZIONE VIZIATE – Le ragioni sono moltissime: alcune sono legate a caratteristiche del nostro corpo con le quali nasciamo, come la conformazione dei piedi, delle anche o di altre parti del nostro apparato muscolare e scheletrico; altre derivano da necessità imposte dal nostro stile vita, come trascorrere molte ore in posizioni forzate, ad esempio in auto, o alla scrivania davanti al computer. La tensione muscolare conseguente allo stress è un altro fattore che contribuisce a posture scorrette: il risultato è un disallineamento dei diversi segmenti che compongono il nostro scheletro. Da queste asimmetrie e dalle compensazioni che il nostro corpo è spinto ad assumere quando avverte fastidio o addirittura dolore possono derivare problemi anche seri, quando ad esempio sono compressi gli organi interni tra cui i polmoni, l’intestino o addirittura il cuore.

I BENEFICI DELLA GINNASTICA POSTURALE – Gli esercizi posturali migliorano l’elasticità e la tonicità dei muscoli e delle articolazioni; mettono in atto, ad esempio, tecniche di allungamento muscolare capaci di prevenire e di alleviare tensioni e contratture. Insegnano anche a respirare in modo corretto, perché molti vizi di postura possono essere attenuati proprio grazie a una rieducazione respiratoria; migliorano la consapevolezza corporea (propriocezione); favoriscono le capacità di concentrazione, rilassamento e di gestione dello stress; migliorano il portamento, l’equilibrio e il movimento; stimolano il metabolismo e, come ogni forma di attività fisica, liberano endorfine, favorendo il buon umore.

CONTRO IL MAL DI SCHIENA – La ginnastica posturale può essere un’ottima soluzione per una lunga serie di disturbi della colonna vertebrale, specie se associate alle posizioni scorrette che assumiamo tutti i giorni. Può essere anche una vera e propria tecnica di riabilitazione dopo un intervento chirurgico o un infortunio come pure nei casi di contratture, debolezza e rigidità muscolare. In generale, ma soprattutto dove sia presente un problema specifico, è fondamentale affidarsi alla guida di un fisioterapista o di un operatore esperto, perché un movimento scorretto può peggiorare la situazione o addirittura essere pericoloso. Chi è in buona salute e non ha disturbi, ma semplicemente desidera migliorare la propria postura e combattere le posizioni viziate che si assumono inconsapevolmente, può frequentare un buon corso collettivo, in modo da imparare gli esercizi più appropriati, fare pratica nel modo corretto e poi applicarli individualmente a casa.

COME SI FA – Gli esercizi posturali devono sempre essere eseguiti lentamente, in un atteggiamento di ascolto del corpo e richiedono quindi una buona concentrazione. Dato che la postura è regolata da muscoli diversi da quelli che presiedono al movimento, e sono anche controllati da processi neurologici differenti, i gruppi muscolari impegnati nell’esercizio devono essere sollecitati in un modo specifico. Non si cerca la performance, ma il controllo della posizione, ciascuno secondo le proprie caratteristiche e i propri limiti. Per questo la ginnastica posturale aiuta innanzi tutto a migliorare la percezione che abbiamo del nostro corpo e ci insegna a usarlo nel modo più corretto e rispettoso nelle diverse situazioni, ad esempio quando si cammina, o quando si sta seduti o nelle varie situazioni della vita di tutti i giorni. Per essere efficace il programma di allenamento deve essere mirato sulla persona e improntato alla massima gradualità, alla precisione di movimenti e al loro controllo. Non si tratta dunque di un fitness e non serve a bruciare calorie, anche se con una posturale correttamente eseguita, vedremo migliorare il nostro tono muscolare e quindi anche la nostra silhouette.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali