FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tradimenti estivi: come affrontarli senza lasciarsi sopraffare

La fine delle vacanze ci riserva una brutta sorpresa: il nostro partner si è concesso qualcosa di troppo

Tradimenti estivi: come affrontarli senza lasciarsi sopraffare

Abbiamo fatto le vacanze separate e, al momento di ritrovarsi, scopriamo che con il nostro compagno c’è qualcosa che non va. Lui ha negato per un po’, poi è stato costretto ad ammetterlo: ha fatto un incontro e non si è tirato indietro. La nostra sensazione è che ci sia crollato il mondo addosso. Scoprire un tradimento è un impatto duro e inevitabile, ma dal quale non dobbiamo lasciarci distruggere: occorre accettare la situazione e decidere il modo in cui vogliamo andare avanti, con lui o senza di lui.

UN PATTO DI FIDUCIA CHE SI ROMPE – Non c’è niente da fare, un compagno fedifrago fa esattamente questo: viene meno a un patto di fiducia con noi. Rabbia e senso di frustrazione sono giustificati e fisiologici: inutile negarli. Concediamo a noi stesse qualche tempo per assorbire l’impatto e confrontarci con la nuova realtà. In questa prima fase, lo sbaglio da evitare è negare che il fatto sia avvenuto e cercare di andare avanti come se tutto fosse come prima: questo porterà solo a nuova sofferenza.

COME REAGISCE IL NOSTRO CERVELLO – Un dispiacere grande come la scoperta di un tradimento scatena una serie di reazioni biochimiche nel nostro cervello: la scienza spiega che lo stress di una delusione d’amore provoca un picco nel rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che a sua volta regola la produzione di adrenalina. Queste sostanze, che il nostro organismo produce nelle situazioni di pericolo, sono il modo in cui il corpo cerca di “darsi una mossa” e prepararsi all’azione.

PERCHÉ E’ SUCCESSO? – In un certo senso è la questione cruciale, anche se arrivare a una risposta non ci darà alcun conforto. Se il rapporto era già malato e si trascinava stancamente tra litigi e incomprensioni, la situazione è arrivata, per così dire a un capolinea fisiologico. Se invece si tratta di uno scivolone momentaneo, non è detto che il rapporto sia finito: sta a noi decidere se ce la sentiamo di continuare. In ogni caso, la prima cosa da fare è affrontare la situazione e aprire un dialogo serio e costruttivo. Abbiamo diritto a una spiegazione dal nostro compago: da qui occorre avviare un dialogo serio e, possibilmente costruttivo. Solo in questo modo avremo gli elementi per decidere se andare avanti oppure dire addio.

PARTIAMO DA NOI STESSE – In un momento così complesso e faticoso, abbiamo diritto a considerare come prima cosa quello che serve a noi stesse e che desideriamo. Restiamo in silenzio, se questo ci aiuta a ritrovare la calma di cui abbiamo bisogno, oppure circondiamoci delle persone a cui siamo più affezionate, per avere una sponda e una spalla a cui appoggiarci. Non neghiamo i nostri bisogni e le nostre necessità, a partire dal desiderio di sfogare una giusta collera.

GLI ASPETTI 2.0 - Se siamo davvero arrabbiate e, soprattutto, se abbiamo deciso di rompere, non dimentichiamo l’aspetto social del rapporto. Togliamo l’amicizia al nostro ex su tutti i social network, eliminiamo i profili e le pagine che frequentavamo insieme o che ci riportano troppo vicino a lui. Evitiamo però di riempire la nostra pagina di post pieni di veleno e di invettive; soprattutto, non facciamolo con gli amici. Oltre ad essere un comportamento sgradevole e poco educato, è una vendetta inefficace, da cui si trae pochissima soddisfazione. Meglio chiudersi nel silenzio e dedicarsi agli amici reali invece di quelli virtuali.

VOLTARE PAGINA – Se abbiamo deciso che la nostra storia è finita, tanto vale dare un taglio netto. Dopo la rottura, cerchiamo di cambiare le nostre prospettive: scegliamo luoghi diversi per incontrare i nostri amici, evitiamo le conoscenze comuni che potrebbero farci rivivere troppo intensamente il dolore del distacco, dedichiamoci a un nuovo passatempo. Facciamo qualcosa per sentirci di nuovo bene con noi stesse, ad esempio con un taglio di capelli o con un nuovo look: insomma, oltre a cambiare partner, cerchiamo anche di cambiare vita.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali