FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rovigo, bambina nata cieca e tetraplegica: risarcimento di 5 milioni di euro alla famiglia

Condanna civile allʼUsl polesana e a due ginecologhe ritenute responsabili delle gravissime lesioni allʼintegrità fisica delle quali è affetta la piccola

I genitori di una bimba di ormai quasi 10 anni, nata tetraplegica e ipovedente dopo il parto, hanno vinto una causa civile contro l’Ulss polesana di Rovigo e due ginecologhe ritenute responsabili in egual misura delle gravissime lesioni all'integrità fisica delle quali è affetta la piccola. Il Tribunale di Rovigo ha condannato Ulss e ginecologhe a pagare 4 milioni e 693mila euro di risarcimento. La sentenza potrà essere appellata ma è immediatamente esecutiva. Il denaro - a cui si aggiungono altri 402mila euro di risarcimento per la madre della bambina - servirà alla famiglia per pagare l’assistenza 24 ore su 24 di cui la piccola necessita.

Secondo l'accusa, la mamma avrebbe dovuto essere sottoposta al taglio cesareo. Anche il medico di famiglia si era espresso in merito, consigliando il cesareo per pregresse patologie. In ospedale, però, si sarebbero mossi troppo tardi. Questo risarcimento, quantomeno, assicurerà una vita più dignitosa alla piccola, che ora vive con mamma e papà a Ravenna. "Finalmente siamo riusciti a uscire da questo tunnel buio e pieno di sofferenza", ha detto a Newsmediaset la mamma della bimba.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali