FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Arezzo: lʼodissea del gommista Fredy Pacini, condannato per eccesso di legittima difesa

A "Quarto Grado" il servizio in esclusiva che racconta la sua vita dopo la rapina in cui uno dei malviventi è rimasto ucciso

Due mesi dopo l'incursione del 28 novembre scorso terminata con la morte di Vitalie Mircea, moldavo di 29 anni che assieme a un'altra persona si era introdotta nel capannone per rubare, l'odissea del gommista Fredy Pacini non accenna a finire: a gennaio, infatti, i ladri hanno di nuovo fatto irruzione nella sua proprietà di Monte San Savino, in provincia di Arezzo.

Pacini sta vivendo un calvario giudiziario da quando si è difeso sparando e uccidendo Mircea. Indagato a piede libero per eccesso di legittima difesa, ai microfoni di "Stasera Italia" dichiara di vivere e dormire da quattro anni all'interno della sua attività: le telecamere mostrano la stanza con il letto, un divano, una televisione e una panca per fare ginnastica, mentre nell'officina vera e propria viene mostrata l'opera di rinforzo delle misure di sicurezza.

Il 9 maggio Pacini sarà nuovamente ascoltato dalla Procura, poi toccherà al giudice decidere. Alla richiesta di un'opinone sulla promulgazione della legge sulla legittima difesa, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali