FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mafia, 26 arresti nel Catanese: in manette anche un carabiniere | Si indaga su un omicidio politico

Lʼoperazione ha fatto luce anche sullʼassassinio, compiuto nel ʼ91 nellʼambito della faida mafiosa tra "Tuppi" e Pulvirenti, del consigliere comunale di Misterbianco Paolo Arena (Dc)

I carabinieri di Catania hanno arrestato 26 presunti appartenenti al clan dei "Tuppi", storico gruppo di Cosa Nostra. I militari hanno inoltre sequestrato beni per 1,5 milioni di euro. L'operazione ha fatto luce anche su un omicidio legato alla faida tra i "Tuppi" e la cosca Pulvirenti: quello del consigliere comunale di Misterbianco Paolo Arena, esponente della Dc, ucciso il 28 settembre 1991. Tra gli arrestati figura anche un carabiniere.

Nella faida mafiosa era coinvolto anche Orazio Pino, l'ex boss rivale del "Mappassotu" poi pentito, ucciso la settimana scorsa a Chiavari (Genova). I reati ipotizzati a carico degli arrestati sono quelli di associazione mafiosa, omicidio, estorsione in concorso, furto, ricettazione, riciclaggio, porto di arma, trasferimento fraudolento di valori e corruzione.

Il carabiniere arrestato, il 51enne Gianfranco Carpino, è accusato di corruzione e rivelazione ed utilizzazione di segreto d'ufficio. Il militare, in servizio a Motta Sant'Anastasia, dal gennaio all'aprile 2017 in cambio di soldi avrebbe riferito a due affiliati al clan informazioni riservate, rivelando l'identità di confidenti e le modalità per sottrarsi alle attività di controllo. Carpino è stato sospeso dal servizio ed è stato portato nel carcere di Bicocca, a Catania.

Paolo Arena, il segretario Dc di Misterbianco ucciso nel 1991 - Dipendente del comune di Catania in pensione da poco, Paolo Arena, 54 anni, era un esponente di spicco della Dc di Misterbianco, partito di cui era anche segretario locale, ed era legato alla corrente che faceva capo a Giulio Andreotti. Venne ucciso il 28 settembre 1991 con colpi di fucile caricati a pallettoni davanti al Municipio di Misterbianco in pieno giorno.

Tra i primi ad accorrere sul posto furono diversi consiglieri comunali che erano a Palazzo di città per un incontro di maggioranza Dc e Psi con l'allora sindaco Salvatore Saglimbene, democristiano, e altri esponenti politici. Mancavano pochi minuti a mezzogiorno. Arena stava posteggiando la sua Lancia Thema quando arrivò il "gruppo di fuoco": inutile il tentativo di fuga a piedi perché venne ugualmente raggiunto e ferito a morte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali