FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lampedusa, sbarcati altri 108 migranti: hotspot al collasso | Allarme degli 007 sui barchini: "Nuove rotte"

Nel centro accoglienza dellʼisola si trovano circa 300 persone, a fronte di una capienza massima di un centinaio di ospiti. In 20 giorni gli arrivi sono stati quasi 1.500

Ancora sbarchi in nottata a Lampedusa, dove sono approdati complessivamente 108 migranti. Un barcone con a bordo 92 persone è stato intercettato a poche miglia dall'isola da una motovedetta della capitaneria di porto. Altri 16 migranti, a bordo di un barchino, sono giunti direttamente a terra. L'hotspot, dove in questo momento si trovano circa 300 persone (a fronte di una capienza massima di un centinaio di ospiti), resta al collasso.

Gli 007: "Meno partenze dalla Libia e più dalla Tunisia" - Sta accadendo qualcosa nel Mar Mediterraneo di non previsto e per certi versi preoccupante: è l'allarme degli 007. Improvvisamente, infatti, le rotte dei migranti stanno cambiando; non la destinazione finale, quasi sempre l'Italia, ma i porti di partenza. I trafficanti di uomini sembrano aver scelto quelli sulle coste tunisine, riducendo le partenze dalla Libia.

Fermati 75 migranti in partenza dalla Tunisia - Il ministro dell'Interno di Tunisi ha reso noto che la guardia costiera ha già fermato 75 persone in 5 diversi tentativi di partenze irregolari, in tre diversi governatorati. Tra i 75 fermati durante queste operazioni, anche 34 sub-sahariani di età compresa tra i 18 e i 34 anni, oltre a due bambini. Tutti sono indagati dalla magistratura tunisina per "tentata emigrazione senza documenti verso l'Italia". Trentotto persone rimangono in stato di custodia cautelare, su indicazioni del pubblico ministero.

Migrante ucciso appena riportato in Libia dalla guardia costiera - Negli ultimi giorni a Lampedusa sono arrivate una serie di piccole imbarcazioni salpate proprio dalla Tunisia, con a bordo migranti provenienti anche dalle zone sub-sahariane. La rotta è più breve e si evita la marina libica che negli ultimi giorni ha riportato indietro oltre 500 persone. Tra loro anche un uomo originario del Sudan che, poco dopo aver toccato terra, è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco. Faceva parte di un gruppo che si opponeva al trasferimento in un centro di detenzione.

Quasi 1.500 migranti arrivati in 20 giorni - In quelle prigioni, denuncia l'Organizzazione internazionale per le migrazioni, ci sono almeno 5mila persone, molte delle quali in attesa di essere imbarcate. Con l'avvento nel nuovo governo in Italia sono cambiate le politiche di accoglienza; si va verso la redistribuzione automatica dei migranti, d'accordo anche con la Francia. Ma in quel patto non sarebbero compresi i cosiddetti sbarchi fantasma che nel mese di settembre per la prima volta, da due anni a questa parte, sono tornati ad aumentare. Quasi 1.500 i migranti arrivati in 20 giorni.

Tunisini dormono in strada per protesta - Il centro di accoglienza di Lampedusa, inoltre, potrebbe anche dover accogliere le 182 persone a bordo della Ocean Viking, che ha chiesto un porto sicuro all'Italia o a Malta. Intanto sull'isola prosegue la protesta di un gruppo di tunisini che chiedono di non essere rimpatriati manifestando sulla piazza della chiesa madre, di giorno rimanendo seduti e la notte dormendo a terra.

Migranti, a Lampedusa tunisini dormono in strada: "Non rimpatriateci"

Un gruppo di tunisini ha inscenato un sit-in di protesta davanti alla chiesa madre di Lampedusa per chiedere di potere rimanere in Italia e di non essere rimpatriati. Di giorno i migranti rimangono seduti sulla piazza e la notte dormono a terra.

leggi tutto

Nuovo sbarco anche in Calabria - Quarantuno migranti di nazionalità irachena e iraniana sono stati intercettati e bloccati dalla guardia costiera alla periferia di Brancaleone, nella Locride. Tra i migranti anche quattro donne e cinque minori tra cui due bambini di sei anni. I migranti sono arrivati sulle coste calabresi a bordo di una barca a vela di una quindicina di metri. Subito dopo lo sbarco, le autorità hanno posto in stato di fermo due cittadini ucraini ritenuti gli scafisti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali