FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Uccide il marito con una coltellata: 29enne arrestata nel Barese

Lʼuomo è morto dopo essere stato trasportato in ospedale. Al momento della lite erano presenti diversi familiari

Una 29enne è stata arrestata dai carabinieri ad Acquaviva delle Fonti, nel Barese, dopo aver ucciso con una coltellata il marito, il 30enne Francesco Armigero. Al momento del litigio erano presenti diversi familiari sia del marito sia della donna, che hanno chiamato i soccorsi. Il personale del 118 ha trasportato l'uomo all'ospedale, dove è morto poco dopo, mentre la donna è stata arrestata in flagranza e ha poi confessato il delitto.

L'episodio è avvenuto nel vano scale dello stabile in cui entrambi abitavano. L'uomo conviveva con una nuova compagna al primo piano del medesimo edificio. Al termine della discussione, la donna avrebbe raggiunto l'uomo al fianco con un'unica coltellata, uccidendolo.

Tutto sarebbe iniziato da un litigio fra la moglie non convivente del 30enne e l'attuale compagna per un rimprovero fatto da quest'ultima alla figlia minore della coppia. Si sarebbe quindi accesa una discussione tra le due donne, nella quale l'uomo è intervenuto finendo colpito dalla moglie, con un coltello da cucina, al lato destro del torace.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali