FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Gasdotto Tap, nuove barricate nel Leccese contro espianto ulivi

Circa 300 persone presenti presso il presidio permanente. I lavori sono fermi

Tornano le barricate nell'area del cantiere del gasdotto Tap, a Melendugno, nel Leccese. Gli attivisti sono di nuovo sul piede di guerra, dopo il verdetto del Tar del Lazio che ha dato il via libera alle operazioni di espianto degli ulivi, respingendo così il ricorso della Regione Puglia. Sul posto ci sono circa 300 persone che nella notte hanno eretto nuove barricate.

Le barricate sono state realizzate ancora una volta utilizzando anche le pietre dei tanti muretti a secco che costeggiano la zona. Nella notte, personale della security dell' Almaroma all'interno del cantiere ha segnalato anche il lancio di pietre nell'area. Smontata da parte dei manifestanti anche una parte della recinzione perimetrale del cantiere.

Circa 300 persone sono già presenti presso il presidio permanente. I lavori sono fermi. Sono circa una dozzina i rimanenti alberi di ulivo da espiantare e trasportare nella masseria dove vengono curati per poi essere successivamente reimpiantati nella stessa area, a conclusione dei lavori.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali