FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Violenze durante uno sgombero a Torino, polizia esegue 14 misure cautelari

Tre militanti arrestati e divieto di dimora a Torino per altri 11: le accuse sono di lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e imbrattamento

La polizia di Torino ha eseguito in Piemonte, Lombardia e Sardegna 14 misure cautelari nei confronti di militanti anarchici per gli episodi di violenza verificatisi il 9 febbraio durante lo sgombero del centro sociale Asilo. Le accuse per gli indagati sono di lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e imbrattamento. Sono state effettuate anche diverse perquisizioni.

Tre degli anarchici sono stati arrestati, mentre per altri 11, residenti a Sassari, Savona, Livorno, Ravenna, Torino, in Svizzera, in Slovacchia e in Serbia, è scattata la misura cautelare del divieto di dimora nel capoluogo piemontese. Altri 9 militanti di Trento, Cagliari, Torino e francesi sono invece stati denunciati dopo essere stati identificati grazie all'analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza.

A febbraio, durante lo sgombero, dopo che il corteo di un migliaio di anarco-antagonisti aveva percorso alcune vie del centro tentando di raggiungere l'"Asilo", 500 persone avevano assaltato più volte gli agenti, lanciando sassi, bottiglie, aste di ferro, razzi e petardi: negli scontri erano stati danneggiati la segnaletica stradale, le auto in sosta, le vetrine di negozi e banche, le stazioni di parcheggio di bici a noleggio e un tram, per un danno complessivo di 100mila euro, e 11 anarchici erano stati arrestati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali