FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pensionata uccisa ad agosto nel Milanese, arrestato un vicino di casa

Il movente dellʼomicidio sarebbe una rapina finita male: lʼuomo avrebbe aggredito Antonietta Migliorati, accoltellandola e portandole via la fede, un orologio dʼoro, una collana e un orecchino

Pensionata uccisa ad agosto nel Milanese, arrestato un vicino di casa

Per l'omicidio di Antonietta Migliorati, pensionata 73enne uccisa il 17 agosto nella sua abitazione di Rho, nel Milanese, i carabinieri hanno arrestato un 53enne vicino di casa della donna. A trovare il cadavere dell'anziana, nel bagno, era stata la figlia della pensionata, che non riusciva a contattare la madre. Sul cadavere erano state trovate diverse ferite da arma da taglio al collo e alla gola. Il movente sarebbe una rapina finita male.

Renato Modugno, il 53enne arrestato dai carabinieri per l'omicidio di Antonietta Migliorati, ha precedenti per rapina e furto risalenti a metà degli anni '80.

Secondo quanto accertato dagli investigatori il movente dell'omicidio sarebbe una rapina finita male: l'uomo infatti avrebbe aggredito la pensionata nel salotto della sua abitazione, accoltellandola poi in bagno e infine portandole via la fede, un orologio d'oro, una collana e un solo orecchino dei due che indossava. E' stato inchiodato dal Dna trovato sul corpo della vittima, uccisa con nove coltellate. L'arma del delitto non è mai stata ritrovata, cosi' come la refurtiva.

Modugno abita a Varese, ma per un lungo periodo è stato il vicino di casa della donna e continuava a frequentare il palazzo poiché l'ex moglie vive ancora al piano superiore della Migliorati. Modugno aveva chiesto un prestito di 3.100 euro in banca ma gli era stato negato a luglio, poche settimane prima dell'omicidio.

In più occasioni, come risulta da intercettazioni, aveva manifestato la sua arroganza e il tono minaccioso ripetendo di essere armato e pronto a tutto perché non aveva "niente da perdere". Nel corso delle indagini è emerso che sarebbe coinvolto in un giro di spaccio che ha portato alla denuncia di altre persone

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali