FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano, parcheggia la Ferrari nel posto per disabili: "Me ne frego di te e della polizia"

Eʼ accaduto in via Montenapoleone: un 59enne ha insultato e spintonato il padre di un ragazzo in carrozzina che gli aveva chiesto di spostare la fuoriserie

Dopo il caso del cartello contro un disabile a Carugate, in Lombardia si consuma un altro atto discriminatorio nei confronti delle persone portatrici di handicap. Un 59enne residente a Lugano ha insultato e spintonato il padre di un minorenne disabile, "reo" di avergli chiesto di spostare la Ferrari blu parcheggiata a cavallo di due parcheggi per disabili. "Me ne frego di te e della polizia", avrebbe urlato davanti a tutti il proprietario della fuoriserie.

La scena si è svolta nel tardo pomeriggio di sabato di fronte ai passanti e al ragazzo portatore di handicap, rimasto in macchina. Il padre ha semplicemente chiesto al guidatore della Ferrari se poteva spostarsi di un paio di metri per posteggiare e far scendere il ragazzo. Poi l'aggressione.

A quel punto è stata avvertita la polizia che, giunta sul posto, ha pensato subito a tranquillizzare l'uomo e suo figlio, visibilmente scosso dall'accaduto. La Ferrari si era già allontanata, ma qualcuno aveva fatto in tempo ad annotare la targa.

Dalle ricerche è emerso che il proprietario della fuoriserie è un professionista 59enne di Lugano, in Svizzera, con precedenti per lesioni, minacce, percosse e oltraggio a pubblico ufficiale. Il suo nome è inoltre legato allo scandalo dei Panama Papers, l'archivio dello studio legale panamense Mossack Fonseca che ha dirottato una gigantesca massa di denaro verso i paradisi fiscali.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali