FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Delitto Macchi, sulla salma 4 capelli di "ignoto": non sono dellʼimputato Binda

Le analisi sono state eseguite dai periti nominati dal giudice. Estrapolati circa seimila reperti. Lʼuomo sotto processo per lʼomicidio si è sempre proclamato innocente

Quattro capelli di una persona ignota, che non appartengono alla vittima e nemmeno all'imputato Stefano Binda, sono stati trovati sui resti di Lidia Macchi, la studentessa di Varese massacrata con 29 coltellate nel 1987. Lo hanno riferito i periti nominati dal giudice nel corso dell'udienza in merito agli accertamenti, disposti con la formula dell'incidente probatorio, sul cadavere riesumato nel marzo del 2016.

A esporre i risultati delle analisi, oltre ai periti, sono stati anche i consulenti dei difensori di Binda e della Procura generale di Milano. Circa seimila i reperti estrapolati, tra peli e capelli: tra questi, i quattro che non appartengono a Lidia né a persone del suo gruppo familiare.

Tramite la comparazione con il Dna, è stato "escluso con certezza" anche che quei capelli siano riconducibili a Binda, l'uomo accusato di aver ucciso la ragazza, sotto processo davanti alla Corte d'assise di Varese. L'imputato si è sempre proclamato innocente. Uno dei suoi difensori, l'avvocato Patrizia Esposito, ha commentato così l'accaduto: "Periti e consulenti sono giunti alla stessa conclusione: i capelli non appartengono a Binda e non si sa di chi siano". A questo punto, la salma sarà restituita ai familiari.

Delitto Macchi, capelli di ignoto sul corpo

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali