FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A Milano celebrate le prime due unioni civili

Prima Elena e Cristina, poi Paolo e Alessandro: dopo lʼapprovazione del ddl Cirinnà, il neo sindaco Sala ha celebrato a Palazzo Reale: "Giornata storica, sono emozionato"

Celebrate a Milano dal sindaco Beppe Sala le prime due unioni civili dopo l'approvazione del ddl Cirinnà. Prima Elena e Cristina, poi Paolo e Alessandro: le coppie sono state unite civilmente a Palazzo Reale, dove si celebrano i matrimoni civili. "Sono un po' emozionato anch'io, è una giornata storica e siete i primi di una lunga lista", ha affermato il sindaco che ha visto una giunta quasi al completo partecipare alla cerimonia.

A Milano il sindaco Sala celebra le prime due unioni civili

Le parole del celebrante Beppe Sala"L'amministrazione comunale di Milano vi è vicina - ha detto Sala alle due coppie - e si è sempre battuta perchè diventasse legge questa speranza e voi siete i primi di una lunga lista di attesa. A voi, che con la vostra famiglia farete parte della grande comunità milanese e contribuirete a renderla più grande, va il nostro augurio". "Sono lieto di essere qua, - ha aggiunto; - io mi ricorderò di voi e voi vi ricorderete di me. Consideratemi vostro interlocutore". Entrambe le coppie al termine della cerimonia si sono scambiate gli anelli e il sindaco ha donato loro un libro su Milano.

Elena e CristinaPer la prima coppia, Elena 49 anni e Cristina 47, si tratta di un giorno che corona 20 anni di convivenza, nata da un incontro avvenuto in vacanza alle Maldive. "Abbiamo aspettato tanto e finalmente siamo contente. Quest'anno abbiamo festeggiato i vent'anni di convivenza. Volevamo proteggerci reciprocamente e avevamo bisogno di questa legge come tutte le persone che si amano per potersi proteggere, e appena è stato possibile ci siamo prese questo diritto", hanno raccontato al termine della cerimonia. Dopo i festeggiamenti, le aspetta un nuovo viaggio alle Maldive.

Paolo e AlessandroDopo di loro è stata la volta di Paolo Paolillo e Alessandro Giavanetti, rispettivamente 32 e 35 anni. Insieme da sei anni, dopo l'approvazione della legge Cirinnà si sono prenotati tra i primi per dire "sì" davanti al sindaco Sala. "E' un nuovo inizio, un ulteriore inizio. L'abbiamo saputo martedì, è stato molto divertente perché tutti ci sono stati vicini e riusciamo a fare anche una piccola festa", hanno raccontato al termine della cerimonia.

Qui Napoli"Sono consultabili sulla home page del sito del Comune di Napoli le indicazioni per poter richiedere la costituzione delle unioni civili per le coppie omossessuali", dichiarano in una nota congiunta gli assessori Daniele Villani, con delega alle Pari Opportunità, e Enrico Panini, con delega all'Anagrafe. "Le prime eventuali richieste potranno essere ricevute da lunedì 8 agosto ed essere celebrate nello stesso mese presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino o, in alternativa, presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo", concludono i due assessori. L'Amministrazione ha messo a disposizione della cittadinanza un recapito telefonico, un indirizzo di posta elettronica e di posta certificata dove trasmettere le richieste e richiedere eventuali informazioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali