FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Insulti a Emma Marrone, il consigliere leghista rincara la dose: "Ha detto una grossa cazzata"

"Le Iene" hanno intercettato Massimiliano Galli, che ai microfoni aggiunge: "È lei quella che dovrebbe scusarsi"

"La mia è stata un'iperbole. Non ho intenzione di chiederle scusa". Queste le parole di Massimiliano Galli, il consigliere comunale di Amelia (Terni) della Lega, espulso dal partito pochi giorni fa per aver suggerito ad Emma Marrone di ‘aprire le cosce e farsi pagare’, in seguito alla frase della cantante ‘Aprite i porti’ pronunciata in occasione di uno dei suoi ultimi concerti.

"Le Iene" lo hanno raggiunto per chiedere spiegazioni e davanti alle telecamere Galli è rimasto sulle sue posizioni: "Se vorrò chiedere scusa, lo farò coi miei tempi e tramite il mio profilo, ma non faccio certo ciò che mi dite voi". Poi, però, l’atmosfera si fa più tesa e Galli avverte l'inviata del programma di Italia 1: "Io vi denuncio".

Poi il consigliere comunale di Amelia rincara la dose anche nei confronti di Emma: “"Deve rendersi conto che sui porti ha detto una grossa cazzata".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali