FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Giulia, violentata dopo una sera in discoteca: “Non riesco a provare più nulla”

A “Dritto e Rovescio” la terribile storia di una ragazza di Pizzoli (Aq). L’aggressore ha fatto solo due anni di carcere

Giulia, la sera dell’11 febbraio 2012, si era recata in discoteca a Pizzoli, un paese vicino a L’Aquila. Una ragazza che voleva divertirsi come tanti altri suoi coetanei. Invece quella sera per lei si trasforma in un incubo: Francesco, un militare, l’ha accompagnata fuori dal locale e ha abusato di lei, in una maniera estremamente violenta.

La giovane racconta a Paolo Del Debbio, nello studio di “Dritto e Rovescio”, quei terribili momenti di cui però ha ricordi molto offuscati: “Non so cosa mi sia successo, mi hanno dovuto raccontare i dottori che mi hanno operata cosa mi fosse capitato”. Quella sera ha segnato per sempre la vita di Giulia: “Ero sempre sotto dolorifici, avevo paura di toccare il mio corpo in quei venti giorni d’ospedale. I punti mi davano fastidio, non riuscivo neppure ad andare in bagno”. Francesco, condannato a sette anni, ne ha scontati solo due e ora è già libero.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali