FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Omicidio Elisa Pomarelli, arrestato anche il padre dellʼex fidanzata di Sebastiani

Silvio Perazzi è accusato di favoreggiamento per aver coperto la fuga dellʼoperaio

Omicidio Elisa Pomarelli, arrestato anche il padre dellʼex fidanzata di Sebastiani

Dopo Massimo Sebastiani, che sabato, dopo essere stato arrestato, ha confessato l'omicidio di Elisa Pomarelli facendone ritrovare il cadavere, è finito in manette anche il padre della ex compagna del tornitore 45enne. L'arrestato è Silvio Perazzi, accusato di favoreggiamento personale per aver coperto la fuga dell'ex genero nel Piacentino. L'uomo era già indagato per l'aiuto fornito a Sebastiani, e nella notte è stato arrestato.

Silvio Perazzi avrebbe lasciato a Sebastiani le chiavi della sua seconda casa, dove l'uomo si sarebbe rifugiato per non essere rintracciato dai Carabinieri. Il cadavere di Elisa è stato ritrovato a pochi metri dalla villa di proprietà di Silvio Perazzi, nel Comune di Gropparello. 
 
Sebastiani si sarebbe presentato a casa dell'ex suocero già nel pomeriggio di domenica 25 agosto, il giorno della scomparsa della vittima. Sebastiani sarebbe passato da Perazzi per un "veloce bicchiere di vino", probabilmente nel tentativo di costruirsi un alibi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali