FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caso Cucchi, Riccardo Casamassima: "LʼArma mi ha punito per aver contribuito a riaprire lʼinchiesta"

Lʼappuntato nel 2009 raccolse la confidenza di un collega ma solo nel 2015 trovò il coraggio di raccontare la frase riferita da un maresciallo: "Hanno massacrato di botte un arrestato"

Caso Cucchi, Riccardo Casamassima: "L'Arma mi ha punito per aver contribuito a riaprire l'inchiesta"

Punito per aver aiutato a riaprire l'inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi. E' la denuncia di Riccardo Casamassima, appuntato in servizio da molti anni e in prima linea nel contrasto al traffico di stupefacenti, che si è ritrovato nel giro di poco tempo ad aprire e chiudere il cancello di una scuola militare. E dopo qualche mese trasferito in un ufficio senza competenze, costretto a passare le ore davanti a una scrivania vuota. Per questo l'Snac, l'agenzia anti corruzione, ha aperto un procedimento sanzionatorio nei confronti di 6 alti ufficiali - 5 generali e un colonnello - perché ritiene ingiustificati i procedimenti a carico del carabiniere che accusò i colleghi. Una denuncia, ribadita davanti alle telecamere all'indomani di una delle sue deposizioni in procura, nel maggio scorso.

Ricardo Casamassima nel 2009 raccolse la confidenza di un collega, ma solo solo nel 2015 trovò il coraggio di raccontare la frase riferita da un maresciallo: "Hanno massacrato di botte un arrestato". Quella denuncia fece emergere la seconda verità sul caso Cucchi: una storia di depistaggi, di innocenti finiti sotto processo e di responsabilità scottanti venute a galla solo molti anni dopo.

L’inchiesta dell’Anac - non ancora conclusa - sostiene che Casamassima sia vittima di un accanimento ingiustificato da parte degli alti ufficiali. Intanto il comando generale ha scelto di non commentare: "Aspetteremo l'esito degli accertamenti dell'autorità anticorruzione", dicono da viale Romania.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali