FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, ha le doglie e prende il bus senza biglietto: multata e costretta a scendere

Lʼincidente è accaduto sulla linea 604. Alla donna è stata consegnata dal controllore una sanzione di 71 euro. Ora lʼazienda si scusa

"Ho avuto le doglie all'improvviso, sto andando in ospedale". Neanche queste parole sono riuscite a smuovere un controllore a Napoli, che salito sulla linea 604 si è trovato davanti Federica, una donna incinta senza biglietto. La donna era uscita per una passeggiata, quando viene colta dalle doglie. Vedendo arrivare il bus, decide di salirci sopra per dirigersi in ospedale anche se è sprovvista di ticket. Quando incontra il controllore prova a spiegargli la sua particolare situazione, ma l'uomo non accetta giustificazioni e costringe la donna a scendere dal mezzo lasciandole una multa da 71 euro.

Federica, arriverà così in ospedale a piedi, e partorirà regolarmente ma, senza dimenticare l'episodio, fa ricorso. L'Anm, l'azienda napoletana che gestisce la mobilità, conferma la sanzione. "All'atto del controllo - specificano - la signora si trovava a bordo di un nostro mezzo sprovvista di valido titolo di viaggio. Le circostanze addotte non possono essere motivo di annullamento del verbale".  
 
Ma Federica non si arrende. La sua storia finisce sui social e scatena le polemiche contro l'Anm. "Gli errori possono capitare e in questo caso si è verificato un evidente eccesso di zelo nei confronti della signora - spiega l'amministratore unico di Anm, Nicola Pascale - Alla donna e alla sua famiglia le nostre più vive scuse".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali