FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, caos reddito di cittadinanza: "Lo aspetto da settimane, chi lavora in nero già lʼha preso"

Il sopralluogo di "Quarta Repubblica" nella sede dellʼInps tra code, rinunce e lamentele

Ogni giorno oltre 1500 persone arrivano agli sportelli dell’Inps di Napoli in cerca di chiarimenti per il reddito di cittadinanza. Il servizio di “Quarta Repubblica” dalla città con il più alto numero di richieste in Italia mostra il caos negli uffici, con troppe persone in coda, e i problemi nati durante il primo mese di richieste.

Tante le domande respinte ma tante anche le rinunce: chi ha ottenuto una cifra ridotta deve continuare a lavorare e allora prova a fare un passo indietro. Non mancano le scappatoie per ottenere il reddito anche se si ha un'occupazione, ma spesso i datori di lavoro temono i controlli: “Il capo non vuole che lavoriamo se facciamo la domanda, siamo tutti in nero qui alla pizzeria”, spiega un cameriere.

Intanto, però, nessuno dichiara di essere irregolare, altrimenti non avrebbe diritto ai fondi. E c'è chi si arrabbia: “Io mi trovo uno che lavora in nero e che ha preso il reddito e io lo sto aspettando da settimane”, spiega invece una donna agli sportelli.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali