FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Incendio Avellino, la Procura indaga per disastro ambientale | Dalle prime analisi dellʼaria nessun allarme

Come comunicato dallʼArpac i valori limiti di legge non sono stati superati

Incendio Avellino, la Procura indaga per disastro ambientale | Dalle prime analisi dell'aria nessun allarme

Disastro ambientale: è questa l'ipotesi di reato sulla quale indaga la Procura di Avellino in seguito all'incendio divampato venerdì pomeriggio alla Ics, azienda che produce contenitori in plastica per batterie di auto. Lo ha reso noto il pm Cecilia Annecchini al termine del sopralluogo che ha preceduto il sequestro dell'azienda. Intanto non si registra alcun allarme dopo l'analisi dei primi dati relativi alla qualità dell'aria.

Intanto non viene segnalato alcun allarme dai primi dati dell'analisi dell'aria da parte dell'Arpac. Secondo una nota dell'agenzia regionale per l'ambiente non si registra il superamento dei valori limite normativi per inquinanti come "idrogeno solforato, ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, toluene".

Inoltre le stazioni fisse di monitoraggio, normalmente operanti nel capoluogo irpino, non hanno registrato finora superamenti dei valori limite per le concentrazioni di polveri sottili: la relazione riporta in particolare le medie orarie registrate finora nelle giornate di ieri e oggi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali