FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caserta, prof universitari con doppio lavoro segnalati dalla Gdf

Sette docenti delle facoltà di architettura e ingegneria, oltre allʼattività di insegnamento, ne svolgevano anche una privata senza esserne autorizzati

Caserta, prof universitari con doppio lavoro segnalati dalla Gdf

Sette professori delle facoltà di architettura e ingegneria dell'Università Vanvitelli di Caserta sono stati segnalati dalla guardia di finanza per danno erariale. Secondo gli accertamenti delle Fiamme gialle, i sette, oltre all'attività di insegnamento, ne svolgevano anche una privata senza esserne autorizzati. secondo i finanziei avrebbero percepito compensi illeciti per un totale complessivo di oltre 1,6 milioni di euro.

I militari hanno svolto gli accertamenti per il periodo dal 2012 al 2016, posando l'attenzione su 15 docenti, sette dei quali segnalati. Sono così emersi i casi di un docente napoletano che ha fatturato oltre 1 milione di euro per attività professionali svolte a favore sia di importanti società petrolifere che di imprese del Casertano operanti nell'ambito del ciclo dei rifiuti, nonché quello di un professore di origini milanesi che ha svolto incarichi nei confronti di 22 committenti privati diversi. I professori, inoltre, non si sarebbero limitati ad operare solo nel territorio campano, ma avrebbero ricevuto incarichi professionali anche in diverse regioni del nord Italia.

A Caserta i finanzieri del nucleo di polizia Economico-Finanziaria hanno acquisito numerosa documentazione, scoprendo la "doppia professione" di molti docenti, in violazione del principio di esclusività del rapporto con la Pubblica amministrazione sancito dal Testo Unico sul Pubblico Impiego (decreto legislativo 165 del 2001).

La normativa vigente prevede che tutti i professori possano svolgere un'attività professionale di natura privata, a condizione però che optino per il regime a tempo definito con una conseguente riduzione di stipendio, mentre il regime a tempo pieno, che riguardava appunto i docenti coinvolti, è incompatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività professionale, eccezione fatta per talune specifiche attività connesse all'insegnamento da svolgersi, comunque, previa esplicita autorizzazione del Rettore dell'Ateneo di appartenenza.

La guardia di finanza ha anche contestato sanzioni amministrative per oltre 2,5 milioni di euro a 51 soggetti, tra imprese e professionisti, che hanno beneficiato delle consulenze dei professori omettendo di richiedere preventivamente la prescritta autorizzazione all'Ateneo di riferimento. Dei suddetti 51 committenti privati, allo stato, 24 hanno già provveduto al pagamento della sanzione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali